Domenica 22 dicembre 2019 -Colletta pro Albania

Carissimi, come sapete un terribile terremoto ha colpito la vicina Albania. Le città più colpite sono Durazzo, Kruje, Lezhe, Tirana, Lac. Tantissimi i feriti e le case dichiarate inagibili;  è prematura una stima dei danni, ma sono molto ingenti e molte sono le persone che non potranno rientrare nelle proprie case. La Caritas Albania, coordinatasi con Caritas Italiana si è attivata immediatamente per effettuare visite sul campo.

Le attività messe a punto da Caritas Albania sono le seguenti:

1) Attivazione di squadre di soccorso e monitoraggio dei bisogni più immediati.

2) Distribuzione di kit igienici, cibo, acqua e coperte.

3) Aggiornamento e mappatura dei bisogni delle parrocchie e Diocesi.

4) Piani di lavoro per i volontari per visitare e accompagnare le famiglie sfollate.

5) Verifica degli edifici e strutture parrocchiali danneggiate.

6) Coordinamento con le autorità.

 

In una seconda fase, si prevedono:

1) Interventi di supporto ed aiuto economico e materiale alle numerose famiglie sfollate

2) Aiuti economici tramite le parrocchie e le Caritas diocesane

3) Interventi di ristrutturazione

4) Attività di animazione e vicinanza alle famiglie sfollate e colpite dal sisma.

In accordo con la rete di Caritas Europa con il supporto di Caritas Italiana, Caritas Albania sta elaborando un Appello di emergenza, che cercherà di dare un quadro più ampio possibile dei bisogni che emergeranno in questa prima fase emergenziale, ma anche in quella immediatamente successiva della ricostruzione e dell’accompagnamento delle tante famiglie che dovranno essere assistite nei mesi a venire.

 

Il nostro Vescovo e la Caritas Diocesana di Castellaneta, hanno indetto una Colletta pro Albania per la quarta domenica di Avvento il 22 dicembre 2019.

Come per tutte le collette, le offerte raccolte andranno consegnaste in Curia presso l’Economato.

Grazie.

Potete leggere altre informazioni nel Sito della Diocesihttp://www.diocesicastellaneta.net/giornata-straordinaria-di-colletta-in-favore-delle-persone-colpite-dal-terremoto-in-albania/